giovedì 9 gennaio 2014

Wurstel e crauti

Oggi andiamo in Germania. E qual'è la prima ricetta che viene in mente parlando di cucina tedesca? Ovviamente wurstel e crauti. Vi racconto come è nata questa preparazione a casa non solo pasticci. Ricordate gli spiedini di tartine? Ecco, gli stuzzicadenti si mantenevano perchè infilati in un cavolo ed è lì che ho scoperto che i crauti, nell'accezione italiana, sono il nostro cavolo cappuccio. Smessa la sua funzione di sostegno, il bel cespo di verdura è diventato l' accompagnamento di wurstel cotti sulla piastra.

per 6 persone

INGREDIENTI:

6 wurstel grandi (o 12 se se ne vogliono offrire due a testa)
1/2 cavolo cappuccio
1/2 cipolla 
30 gr. olio evo
80 gr. vino bianco
20 gr. aceto di vino bianco
150 gr. brodo (o 150 gr. acqua in cui far sciogliere 1/2 dado vegetale)
sale fino q.b.

PROCEDIMENTO:

Fare imbiondire la cipolla tagliata a pezzetti nell'olio.


Lavare e tagliare il cavolo a listarelle sottili e versarlo nell'olio.


Dopo 5 - 6 minuti aggiungere il vino, l'aceto ed il sale.
Lasciare evaporare qualche minuto e versare il brodo.


Cuocere per circa 1 ora e 30.


Sulla piastra di ghisa preriscaldata cuocere i wurstel girandoli su ogni lato.


Impiattare e servire.