mercoledì 29 gennaio 2014

Cuori di brisè con crudo, formaggi e noci

Iniziano gli esperimenti per la cena di San Valentino.
Quest'anno capiterà di venerdì quindi , essendo un giorno lavorativo, opterò per una cena a base di carne visto che il pesce non può essere preparato ore prima. Ogni anno io e mio marito organizziamo qualcosa di carino. All'inizio andavamo a cena fuori ma, dopo aver constatato che nella maggior parte dei ristoranti ti propongono un menu fisso facendolo pagare il doppio del costo normale e notando che si mangia anche male, probabilmente per la troppa affluenza, abbiamo cambiato idea. E' da un po' che organizziamo tutto a casa. Si inizia con il preparare una romantica tavola per due ma alla fine, come per magia, si finisce con il cenare sempre in quattro.:-D  La proposta di oggi è un piccolo rustico che, se tagliato a forma di cuore, è perfetto come antipasto per la cena della festa degli innamorati.

formine a forma di cuore
formine ovali

INGREDIENTI:

per la pasta brisè:

100 gr. farina
25 gr. acqua molto fredda
50 gr. burro sciolto 
1 pizzico di sale

per la farcitura:
40 gr. ricotta
40 gr. philadelphia
1 tuorlo
1 pizzico di sale
25 gr. prosciutto crudo
30 gr. gherigli di noci

PROCEDIMENTO:

In una terrina versare la farina e poi gli altri ingredienti.
All'inizio amalgamare con un cucchiaio, poi con le mani.


Coprire la pasta con la pellicola e lasciarla riposare in frigo 15 minuti.
Stenderla con il matterello su carta da forno o un piano leggermente infarinato.


Con una formina (non troppo piccola) ricavare dei cuori.


Posizionarli sulle formine ovali capovolte.


Cuocere in forno caldo a 180° per 13-14 minuti.
Nel frattempo amalgamare i formaggi con il tuorlo ed un pizzico di sale.
Girare le formine e posizionare i cuori all'interno.


Farcire ognuno con un pezzetto di prosciutto 


e un cucchiaio di crema di formaggi.


Infornare a 180° per circa altri 12 minuti.
Tritare grossolanamente i gherigli di noci e cospargerne l'interno dei cuori ancora caldi.


Lasciare intiepidire e servire.