martedì 28 gennaio 2014

Apparecchiare la tavola

Apparecchiare la tavola con attenzione e curando i particolari dà un tocco di eleganza al pranzo o alla cena che si organizza. Gli aspetti da curare sono diversi e cambiano a seconda anche dell'occasione, se è più o meno formale, se verranno serviti carne o pesce, se si offrirà del vino bianco o rosso o tutti e due ecc.

Queste che seguono sono regole generali adattabili all'occorrenza.

La tovaglia

La tovaglia deve essere ben pulita e stirata.
Deve cadere lateralmente al tavolo di circa 40 centimetri o poco più.

I piatti

I sottopiatti danno un tocco di raffinatezza in più. 
Devono essere disposti ad uguale distanza l'uno dall'altro.

Sopra il sottopiatto va posto il piatto piano su cui va posizionato il piattino, se è previsto l'antipasto o, diversamente, il piatto fondo se si inizia con un primo brodoso e non c'è antipasto.
Se il primo è asciutto ( e sono compresi in questa categoria anche i risotti) lasciare il solo piatto piano. 

Gli altri piatti occorrenti (formaggio, frutta...) verranno appoggiati su un tavolino o un carrello vicino, in modo da tenerli a portata di mano.
Nelle tavole apparecchiate per occasioni molto eleganti, in alto a sinistra rispetto al sottopiatto, si posiziona il piattino per il pane, meglio se coperto con un tovagliolino o un centrino.

Le posate

A sinistra del piatto si dispongono le forchette, quelle classiche (una o due) proprio vicino il piatto; più esternamente quella da pesce.

A destra, sempre partendo dall'interno, va posto il coltello con la lama posizionata verso il piatto. Poi quello del pesce. Ancora più esternamente il cucchiaio se è prevista una minestra. Solo se l'antipasto necessita dell'uso del coltello, questo va posizionato sulla destra del cucchiaio. Da questo lato è concessa solo, eventualmente,  la forchettina delle ostriche che va posta ancora più esternamente.

Davanti al piatto, orizzontalmente, si dispongono il coltello, con il manico verso destra e la forchetta, con il manico rivolto sulla sinistra, per la frutta. Ancora più in alto il cucchiaino per il dessert, nello stesso senso del coltello.

Il tovagliolo

Il tovagliolo, che nelle cene eleganti deve essere rigorosamente di stoffa, può essere posto a scelta sulla sinistra o sulla destra, sempre dopo le posate, o anche nel piatto.

I bicchieri

Vanno posti leggermente sulla destra davanti i piatti.
Da sinistra si inizia con il bicchiere dell'acqua. A destra quello del vino.
Se saranno serviti sia il vino bianco che quello rosso, quello del rosso si troverà al centro tra il bicchiere dell'acqua e quello del vino bianco. 
Per lo champagne occorre il flute che verrà posizionato subito dietro gli altri bicchieri.
Bandite dalla tavola le bottiglie di plastica. L'acqua va servita in brocca.

Il segnaposto

Oltre a rendere la tavola più graziosa, il segnaposto è utile se sono previsti numeroso invitati.
Il cartellino con il nome va posizionato sulla destra dei piatti, sopra i coltelli.

Il centrotavola

Il centrotavola rallegra e colora la tavola. Può essere a tema, se la cena o il pranzo sono organizzati in un periodo di festa, (natalizio, pasquale...) oppure può consistere in un semplice vaso di fiori. 


Questa è una foto esplicativa