giovedì 27 febbraio 2014

Tarte Tatin

La Tarte Tatin è una torta di mele rovesciata che ha origini francesi. Si dice che sia nata per sbaglio. Alla fine dell' '800 le sorelle Tatin gestivano un ristorante che esiste ancora, il restaurant Tatin. Una delle sorelle, mentre preparava la torta di mele, dimenticò di stendere la pasta, che doveva essere la base della torta, nello stampo, lasciando così caramellare le mele nel burro e nello zucchero. Per porre rimedio pose la pasta sopra il composto. La torta così preparata fu molto apprezzata e nacque la Tarte Tatin. L'hanno apprezzata anche i miei parenti che l'hanno assaggiata in occasione di una cena di famiglia. E mia mamma portò via come ricordo della serata il pezzetto avanzato :-)

La ricetta è tratta dal libro "500 torte dolci e salate" di Rebecca Baugniet (che se vi può interessare mi ha regalato mia figlia per il compleanno :-))
stampo 26 cm

INGREDIENTI:

per la pasta:
125 gr. farina 00
65 gr. burro
25 gr. acqua leggermente salata

1 Kg mele
220 gr. burro morbido
230 gr. zucchero semolato

PROCEDIMENTO:

Preparare la pasta lavorando il burro e la farina con le mani. 


Poi versarvi l'acqua e impastare con la punta delle dita.


Lasciare riposare il panetto per 30 minuti in frigo.
In una piccola terrina lavorare il burro molto morbido con lo zucchero.


Distribuire il composto in maniera uniforme sulla base di uno stampo che possa andare in forno.


Sbucciare le mele, tagliarle in quattro, togliere i torsoli e collocarle nello stampo poggiando sul burro il lato più liscio.
Riempire i vuoti con pezzi di mela più piccoli, così che la base sia completamente coperta di mele.


Cuocere a fuoco medio per circa 15 minuti, permettendo al burro ed allo zucchero di fondersi e di caramellarsi. Non mescolare!


Il caramello deve bollire e coprire i pezzi di mela.
Fare raffreddare a temperatura ambiente.
Stendere la pasta con il matterello.


Coprire le mele con la pasta ripiegando quella in eccesso verso l'interno.


Cuocere in forno caldo a 220° per 25 minuti.


Girare subito la torta sul piatto da portata. Se il caramello si solidifica il dolce non si staccherà dallo stampo.
Servire tiepida.