giovedì 24 aprile 2014

Gateau di patate


Il gateau di patate, che a Napoli si chiama gattò, è un piatto tipico campano. E' una "torta" di patate arricchita con formaggi e salumi. Proprio per i suo ingredienti vari e abbastanza calorici è un piatto unico, o almeno dovrebbe :-). Bisogna farlo riposare un po' e non servirlo bollente. Si può anche servire freddo tagliato a quadrotti per un buffet, anche se io lo preferisco tiepido, con ancora il formaggio del suo interno un po' filante.

per 4 persone
pirofila 18 x 28

INGREDIENTI:

1 Kg patate
una noce di burro
2 uova
un pizzico di noce moscata grattugiata
60 gr. latte
30 gr. parmigiano grattugiato
sale fino q.b.
pangrattato q.b.
100 gr. prosciutto cotto
200 gr. fior di latte

PROCEDIMENTO:

Lessare le patate in abbondante acqua. Il tempo varia a seconda della loro grandezza, per patate medie occorrono 40 minuti circa dal bollo. Comunque quando la forchetta entra facilmente allora sono pronte.


Schiacciarle con lo schiacciapatate con tutta la buccia che tanto resterà dentro.


Amalgamarle con un pizzico generoso di sale (le patate lo richiedono), le uova, una noce di burro, il latte, la noce moscata ed il parmigiano.


Imburrare la pirofila e cospargerla di pangrattato. 


Stendere sul fondo metà del composto di patate.


Farcire con il fior di latte (meglio se tenuto in frigo qualche ora) 


ed il prosciutto. 


Ricoprire con il resto del composto di patate.
Spolverizzare con il pangrattato.
Distribuire qualche fiocchetto di burro.


Cuocere in forno caldo a 190° per 40 minuti.
Lasciare riposare il gateau una decina di minuti prima di servire.