venerdì 20 dicembre 2013

Torrone bianco

Trovare la ricetta del torrone bianco è stata un'impresa. Internet è ricchissimo di ricette di torroni al cioccolato bianco, nero, gianduia ma io cercavo quella del torrone classico di Natale, quello bianco, fatto solo di albumi, zucchero e frutta secca. Dopo qualche tentativo non riuscito benissimo, finalmente l'ho trovata. L'ho scritta, provata, assaggiata e posso affermare finalmente di essere pienamente soddisfatta. L'unico dettaglio è che proprio non riesco a ricordare la sua origine quindi non posso inserire il link del sito da cui proviene. Nel caso in cui l'autore ne riconoscesse la paternità sarò lieta di aggiungere il collegamento al suo blog. Tornando alla preparazione, così come posso assicurare che il risultato è eccellente, posso anche affermare che non è semplice raggiungerlo. Ci vuole un po' di esperienza ai fornelli, tanta tanta pazienza e attenzione. Insomma bisogna essere armati un tantino di coraggio per affrontare la preparazione di questo squisito torrone ma il risultato ripagherà della fatica.


INGREDIENTI:

3 albumi
125 gr. miele
125 gr. sciroppo di glucosio
250 gr. zucchero semolato
100 gr. zucchero a velo vanigliato
500 gr. mandorle o nocciole pelate.
2 fogli di ostia

PROCEDIMENTO:

In un contenitore adatto al bagnomaria montare gli albumi con lo zucchero semolato.



Dopo alcuni minuti, quando gli albumi saranno incorporati allo zucchero, porre il contenitore a bagnomaria su di una pentola in cui bolle dell'acqua e continuare a montare con le fruste finchè il composto sarà diventato una meringa soda e lucida.


Intanto su fuoco basso, far scaldare il miele ed il glucosio fino al bollore.



Aggiungere a filo il miele caldissimo alla meringa continuando a montare con le fruste.


Il composto inizierà a rassodarsi e perderà di volume. Occorrono dalle 2 alle 3 ore di cottura (più cuoce e più il torrone sarà duro). Fare attenzione che l'acqua del bagnomaria si asciuga, quindi bisognerà versarne dell'altra bollente.
Ad un certo punto il composto sarà più duro quindi non si potrà più amalgamare con le fruste ma bisognerà usare un cucchiaio di legno.


Nel frattempo far scaldare bene la frutta secca sulla leccarda rivestita di carta da forno  a 60° (ma non deve scurire!). Per fare questo occorre circa un' ora.


Quando il composto sarà pronto e abbastanza duro da girare, levare dal fuoco, aggiungere lo zucchero a velo 


e amalgamare la frutta secca.


Appoggiare un foglio di ostia, con la parte porosa verso l'alto, su un piano liscio (fare molta attenzione perchè il composto sarà bollentissimo quindi per precauzione io ho coperto il piano con diversi strati di stoffa perchè si può rovinare il legno del tavolo!). Versare il composto del torrone.


Ricoprire con l'altro foglio di ostia con la parte porosa verso il torrone.
Spianare tutto con un matterello.


Lasciare raffreddare diverse ore prima di tagliare il torrone della grandezza desiderata.


Io ho dato la forma di torroncini.