martedì 10 dicembre 2013

Struffoli


Gli struffoli, un altro dolce, insieme ai roccocò, che non deve assolutamente mancare sulle tavole a Natale, almeno su quelle napoletane. Ne ho provate di ricette prima di arrivare a questa che secondo me è perfetta. Con queste proporzioni gli struffoli non sono nè troppo duri, nè troppo morbidi. Ormai per me questa è LA ricetta degli struffoli, che può essere realizzata a mano o con il Bimby. Scrivo entrambi i procedimenti.


INGREDIENTI:

per la pasta:
500 gr. circa di farina + q.b. per il piano di lavoro
4 uova
1 noce di burro
80 gr. zucchero
1 pizzico di cannella
5 cucchiai di liquore Strega
1 pizzico di bicarbonato
1 pizzico di sale

---------------
300 gr. miele
40 gr. zucchero

PROCEDIMENTO:

Sul piano di lavoro infarinato o in una capiente terrina (se si vuole evitare di sporcare troppo) disporre la farina a fontana e versare al centro tutti gli ingredienti della pasta.
Con il bimby: versare tutti gli ingredienti della pasta nel boccale 30 sec. vel. 4


Formare un panetto.


Da questo ricavare delle strisce. 


Lavorare ognuna tra le mani facendole diventare dei rotolini.


Tagliare ogni rotolino a pezzetti di circa 1/2 cm.


Friggerli in abbondante olio caldo, rigirandoli, fino a doratura.


Togliere gli struffoli dall'olio con un cucchiaio forato ed eliminare l'olio in eccesso adagiandoli su un foglio di carta assorbente.


A bagnomaria fare sciogliere lo zucchero nel miele fin quando questo non diventerà abbastanza liquido.
Con il bimby: versare il miele e lo zucchero nel boccale pulito 15 min. 100° vel. 1.


Versare il miele caldo sugli struffoli in una capiente ciotola. Amalgamare con cura con un cucchiaio di legno.


Disporre gli struffoli in un piatto da portata 


e decorarli con i confettini alla canella e palline di zucchero colorate.
(Se si vuole dare la forma della ciambella, disporre gli struffoli sul piatto da portata con al centro un bicchiere che dopo qualche ora potrà essere tolto).
Per modellare la ciambella o la montagna di struffoli, bagnare le mani con un po' d'acqua, così non si attaccheranno alle dita.