venerdì 13 dicembre 2013

Pizza di scarole

Un'altra ricetta tipica della cucina campana; un'altra ricetta della tradizione natalizia; un'altra ricetta della mia amica M., che per mia fortuna ha frequentato un'ottima scuola di cucina e che gentilmente mi ha concesso di sbirciare tutti i sacri appunti presi durante le lezioni. La proposta di oggi è una signora pizza di scarole. Guai a farla mancare sulle tavole napoletane il giorno di Natale!

stampo 26 cm

INGREDIENTI:

per la pasta:
300 gr. farina
120 gr. acqua
30 gr. olio + un po' per lo stampo
1/2 cucchiaino zucchero
1 cucchiaino raso sale
15 gr. lievito di birra

per il ripieno:
2 scarole: 1 riccia e 1 liscia
100 gr. olio
1 spicchio d'aglio
3 acciughe
100 gr. olive nere
50 gr. pinoli 
un pugnetto di uvetta
sale e pepe q.b.

PROCEDIMENTO:

Lessare le scarole ben lavate in acqua bollente salata per 5 minuti. 


Scolarle eliminando bene l'acqua. (Questo lavoro può essere fatto il giorno prima).
Sciogliere il lievito nell'acqua tiepida. 


Unire gli altri ingredienti della pasta e lavorare.


Lasciarla lievitare fino al raddoppio del volume.
In padella fare insaporire l'aglio nell'olio. Unire gli altri ingredienti del ripieno 


e, dopo un paio di minuti, le scarole lessate e cuocere circa 10 minuti, finchè la verdura risulterà asciutta.


Suddividere la pasta in due parti, una leggermente più grande dell'altra.
Stendere sottilmente quella un po' più grande coprendo il fondo e i bordi dello stampo leggermente unto.


Versare il ripieno.


Coprire con l'altra pasta stesa.
Spennellare con un po' d'olio, acqua e sale.


Cuocere in forno caldo a 180° per circa 40 - 45 minuti.
Il giorno dopo è più buona quindi consiglio di anticipare la preparazione di un giorno.