domenica 22 febbraio 2015

Confettura di mele renette


Un po' di tempo fa, durante un week end in montagna, colsi una gran quantità di mele renette. Molte erano mangiucchiate dagli uccelli perchè sull'albero e sui frutti non è mai stato spruzzato nessun antiparassitario, ma quelle che abbiamo assaggiato erano di una bontà indescrivibile! La quantità era talmente abbondante che con alcune ho preparto una confettura. Ottima da spalmare su fette biscottate per la colazione o come farcitura di crostate.

per circa 2 Kg di marmellata

INGREDIENTI:

2 Kg mele renette (peso da sbucciate e private del torsolo)
3 arance non trattate
800 gr. zucchero
1 cucchiaino di cannella (facoltativa)

PROCEDIMENTO:

Premere le arance.


Sbucciare le mele, tagliarle a pezzetti (pesarle) e irrorarle con il succo.


Trasferirle in una pentola con il succo, 1/2 bicchiere d'acqua e la cannella se piace.


Cuocere finchè non iniziano a disfarsi (circa 15 minuti).
Lasciarle intiepidire e passarle al passaverdure.
Aggiungere lo zucchero e cuocere mescolando sempre finchè il composto non si sarà addensato (circa 15 minuti dal bollo).


Per stabilire se la marmellata è pronta bisogna fare la prova della goccia. 
Fare scendere una goccia in un piattino, inclinandolo la marmellata deve scendere abbastanza lentamente.
In questo momento dovrà essere tolta dal fuoco. Bisogna considerare che quando si raffredda il composto si indurirà.
Versare la confettura in barattoli sterilizzati (lasciati bollire per 20 minuti ed asciugati capovolti solo aspettando l'evaporazione dell'acqua).


Chiudere bene il coperchio. Tenere i barattoli capovolti fino a completo raffreddamento. D'inverno, per evitare un raffreddamento troppo veloce, coprire i barattoli, sempre capovolti, con una coperta.


La confettura di mele renette è pronta.