martedì 31 maggio 2016

Carciofini sott'olio


Buongiorno! Ultimo giorno di maggio e ultimi giorni di carciofi! Se volete avere la possibilità di gustarli tutto l'anno non vi resta che metterli sott'olio. Devo dire che la fatica non è tanta... rispetto al lavoro che si fa con la melanzane il lavoro con i carciofi è molto minore. E il risultato dà grandi soddisfazioni. A me piace molto conservare le verdure in barattolo così ho sempre un contorno pronto, anche in caso di ospiti improvvisi. 

per 5 barattoli medio - grandi

INGREDIENTI:

2 Kg di carciofini piccoli
1 l aceto di vino bianco
1 l acqua
succo di un limone
un pizzico di sale grosso
1 l circa di olio evo
un paio di spicchi d'aglio
un peperoncino rosso
qualche pizzico di origano

PROCEDIMENTO:

Pulire i carciofini eliminando le foglie esterne fino ad arrivare alle foglioline più chiare. Tagliare le foglie del carciofo a metà altezza ed eliminare anche la parte più dura del gambo.


Mettere i carciofini puliti in un' insalatiera con acqua, succo di limone e il pizzico di sale e lasciarli in ammollo per un paio d'ore.


In una pentola abbastanza capiente portare a bollore un litro di acqua e uno di aceto.


Versare i carciofi e farli cuocere una decina di minuti da quando l'acqua riprende il bollore su fiamma viva.


Scolarli


e lasciarli asciugare su un canovaccio pulito a testa in giù per 10 ore.


Nei barattoli sterilizzati (fatti bollire per venti minuti e ben asciugati) versare i carciofini alternandoli con olio, pezzetti di aglio, pezzetti di peperoncino e un po' di origano.
Coprire benissimo i carciofi con l'olio, devono essere completamente immersi.


Io prima di chiudere i barattoli verso una goccia di grappa nei coperchi (anch'essi sterilizzati) per disinfettarli meglio.
Lasciare riposare i carciofi almeno quindici giorni prima di assaggiarli.